Akragas in Lega Pro, Silvio Alessi: ‘Il sogno si avvera’

“La gioia vissuta ieri in Calabria e, in piena notte, ad Agrigento è stata il coronamento di una stagione esaltante e ricca di emozioni. L’Akragas in Lega Pro è il sogno che si avvera, una vittoria per i tifosi, per gli sportivi e per la città tutta”. È questo il commento del presidente dell’Akragas, Silvio Alessi, dopo la promozione matematica raggiunta ieri dai biancazzurri.

“Voglio ringraziare – ha aggiunto il patron dell’Akragas e candidato sindaco di Agrigento – tutti coloro i quali hanno contribuito al raggiungimento dell’ambizioso obiettivo che aspettavamo da 32 anni: mi riferisco ai giocatori, all’allenatore, allo staff (dai sanitari al magazziniere), alla dirigenza tutta e, in particolare, al calore e all’amore dei nostri tifosi che, grazie al loro sostegno, sono stati il nostro uomo in più in campo. L’abbraccio della città, al rientro dalla Calabria, è stata una grandissima emozione”.

“Un ringraziamento – ha aggiunto Alessi – va anche al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, grazie al quale la società ha ottenuto uno sponsor di caratura nazionale che ci ha permesso di inserire una marcia in più. È questa la dimostrazione che, al di là della politica e degli schieramenti, le battaglie unitarie portano risultati per Agrigento e i cittadini. Auspico, pertanto, che insieme possiamo iniziare da subito a programmare al meglio la nuova stagione. Il prossimo anno siamo il Lega Pro e il nostro pubblico, la nostra gente, merita nuove soddisfazioni e nuove gioie”.

In merito alla promozione dell’Akragas in Lega Pro, intervengono Riccardo Gallo e Salvatore Iacolino, commissari di Forza Italia in provincia di Agrigento. “Il professionismo calcistico – hanno scritto in una nota – torna ad Agrigento grazie all’Akragas che, dopo uno splendido campionato, approda in Lega Pro. Da agrigentini e da tifosi siamo orgogliosi per il traguardo raggiunto e per la gioia che attraversa l’intera città di Agrigento. Il nostro apprezzamento e la nostra gratitudine vanno alla squadra, all’allenatore, allo staff, ai tifosi e soprattutto al presidente Silvio Alessi che, in tre anni, è riuscito a ridare allo sport agrigentino e alla nostra città la dignità che merita”.