Sicilia, governo battuto per tre volte all’Ars: meno soldi per i consulenti di Crocetta

Vanno malissimo le cose per il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e per la sua maggioranza all’Assemblea Regionale Siciliana. Battuti per tre volte la giunta e la sua maggioranza. Stavolta, sempre con votazione a scrutinio segreto, un emendamento del Mpa (a firma Giovanni Di Mauro e Giovanni Greco) che taglia di 100 mila euro i fondi per gli esperti e i consulenti del governatore Crocetta.  A votare a favore dell’emendamento 33 deputati, 29 i contrari. Il capitolo del bilancio prevedeva 250 mila euro, ridotti a 150 mila con l’emendamento approvato all’Ars. L’altro emendamento sul quale il governo Crocetta è stato messo ko è quello che cassa 400 mila euro per la comunicazione istituzonale dlela presidenza della Regione e il terzo emendamento quello del Movimento 5 stelle che taglia 214 mila euro al capitolo per il noleggio e il leasing di autoveicoli per l’amministrazione regionale assegnando le risorse alle borse di studio per la lotta alla mafia.