Raffadali, sfida a tre per la poltrona di sindaco: in campo Cuffaro, Mangione e Virone

E’ quasi tutto pronto per la sfida a tre a Raffadali. Ci riprova a riconquistare la poltrona più ambita l’ex sindaco Silvio Cuffaro, fratello dell’ex presidente della Regione, Totò Cuffaro, inguaiato a Rebibbia per mafia. A sfidare Cuffaro, sostenuto da alcune liste civiche, l’attuale presidente della Cna agrigentina, Piero Giglione, ex assessore provinciale, candidato del Partito democratico, Mentre l’altro candidato a sindaco è l’avvocato Aldo Virone che ha incassato il benestare dei parlamentari regionali Enzo Fontana (Forza Italia) e Roberto Di Mauro (Mpa-Pds), ma non quella di Lillo Firetto (Udc), candidato sindaco ad Agrigento.

“Un nome quello dell’avvocato Aldo Virone – hanno scritto in una nota stampa gli onorevoli Fontana e Di Mauro – che è motivo di orgoglio per la comunità di Raffadali per l’alto senso civico e la statura morale e legale del candidato da sempre vicino alla società civile e al mondo delle associazioni. Dopo qualche bailamme e della normale dialettica abbiamo trovato in Virone – hanno aggiunto – la migliore sintesi del mondo riformista, giovanile e delle capacità amministrative dimostrate negli anni scorsi nei ruoli consiliari che ha ricoperto in passato”.