SHARE
Marco Pannella e Rita Bernardini

Nuova battaglia di Marco Pannella per indulto e amnistia. Il giorno dopo il suo 85esimo compleanno il leader radicale comincia un altro sciopero della fame e della sete “per aiutare il nostro presidente della Repubblica e lo Stato italiano – ha detto – ad uscire dalla condizione criminale” e affinchè “le iniziative di amnistia e indulto – ha sottolineato – si compiano per portare l’Italia fuori dalla illegalita’ nazista, fascista e comunista”. Per il leader dei Radicali “in Italia il presidente della Repubblica deve essere aiutato a compiere atti di grande semplicità”. Ai microfoni di Radio Radicale Pannella, rivolgendosi al presidente Sergio Mattarella, ha richiamato il messaggio alle Camere del presidente emerito Giorgio Napolitano che sollecitò amnistia e indulto “per portare l’Italia fuori dallo stato criminale sulla giustizia e sulle carceri”.

Da qui la sua ennesima “iniziativa non violenta con l’obiettivo di rivolgermi – ha detto Pannella – alla coscienza anche di chi mi ha fatto ieri gli auguri di compleanno”. Ecco, intanto, il programma dei lavori della commissione Giustizia al Senato a partire da lunedì 4 maggio. Seguito esame ddl Amnistia e indulto, disegno di legge su riforma della prescrizione dei reati, contrasto omofobia, Tribunale della famiglia, Magistratura onoraria, Disciplina coppie di fatto, Omicidio stradale e altri.

SHARE