SHARE

Anche ieri, per il secondo giorno consecutivo, due netturbini sono rimasti sulla torre faro, alta almeno 30 metri, lungo la bretella d’accesso al viadotto Morandi, sulla Porto Empedocle-Agrigento. Altri tre colleghi erano, invece, ai piedi della stessa torre faro. Protestano perché da due mesi e mezzo non percepiscono lo stipendio dall’Iseda, l’impresa per la raccolta dei rifiuti di cui sono dipendenti.
Gli operatori ecologici sono in servizio al Comune di Racalmuto, moroso nei confronti dell’Iseda. L’area è presidiata anche la note dai vigili del fuoco con autoscala e tappeto gonfiabile, polizia e carabinieri.

Ieri il candidato sindaco di Agrigento Giuseppe Di Rosa è andato a trovare gli operatori ecologici. “Ero andato dagli operai per solidarizzare portando un caffè, sono felice – ha detto condividendo le foto su Facebook – dell’accoglienza riservatami e del fatto che hanno deciso in quei frangenti di sospendere la protesta”.

 

SHARE