SHARE
L'ex ministro della Cultura Bray davanti la casa di Sciascia a Racalmuto

“Stanotte hanno danneggiato la targa che ricorda lo scrittore Leonardo Sciascia collocata nel corso principale di Racalmuto. Inaugurata pochi mesi fa, e già da riparare.Al posto del profilo dello scrittore c’è una scritta più o meno goliardica. E’ l’ennesima dimostrazione della mancanza di senso civico, di rispetto per il proprio paese, per l’ambiente, per i beni pubblici e quindi per tutti i Racalmutesi”. Lo ha denunciato su Facebook il sindaco di Racalmuto Emilio Messana.

“In questo caso è l’ansia di lasciare un segno di sé, in altri è quello di scaricare su tutta la comunità i costi della propria attività, come accade quando si abbandonano i rifiuti per strada o addirittura nelle piazze. Abbiamo ereditato – ha aggiunto il primo cittadino racalmutese – tutti gli spazi pubblici in pessimo stato, certamente dovuto ad un’annosa carenza di manutenzione. Ma in buona parte dovuto ad atti di costante vandalismo. Gli spazi pubblici sono finanziati con i nostri soldi, i primi a doverli tutelare siamo tutti noi.
L’Amministrazione comunale ha il dovere di tenerli in buono stato. Abbiamo stanziato le somme per farlo a dicembre dell’anno scorso e attendiamo che gli uffici completino le procedure per poterci mettere a lavoro. Ma senza il concorso di tutti, la cura e la vigilanza di questi spazi sarà sempre difficile.

La videosorveglianza che presto entrerà in funzione speriamo sia un deterrente, ma la nostra ambizione deve essere quella di far maturare l’educazione civica nelle coscienze di tutti noi. Solo così potremmo avere un paese all’altezza dei nostri sogni e delle nostre aspettative. Rimetteremo il volto stilizzato di Leonardo Sciascia al suo posto, sperando che possano mettere la testa a posto anche tutti coloro che per interesse, per ignoranza o per stupidità mortificano il nostro territorio e i suoi beni”.

SHARE