SHARE

Branchi di cani scorazzano in lungo ed in largo per il centro urbano e le periferie di Racalmuto. La Giunta del sindaco Emilio Messana per cercare di contrastare il randagismo, incentivando la sensibilità dei cittadini, ha deciso ed ha fissato degli incentivi economici per quanti adottano temporaneamente un cane, nonché per coloro che provvedono all’accalappiamento. Ed a tal fine ha già impegnato sul bilancio la somma di 6 mila euro. Le somme previste quali “incentivi economici” sono forse, però, basse per far sì che i racalmutesi si adoperino per prendersi cura dei randagi e che vengano stuzzicati alle adozioni temporanee. Si tratta, infatti, di 1,50 euro per ciascun animale quale rimborso per la custodia ed il mantenimento giornaliero e di 50 euro omnicomprensivo per il servizio di accalappiamento.

SHARE