SHARE

I netturbini della ditta “Iseda”, che da due giorni protestavano per i ritardi nei pagamenti degli stipendi, sono scesi dalla torre faro – lungo la bretella del viadotto “Morandi” – sulla quale si erano arrampicati. La decisione è arrivata nella serata di giovedì quando, a quanto pare, è stato raggiunto un accordo di massima sul pagamento degli arretrati. I cinque lavoratori ecologici sono in servizio a Racalmuto, Comune che è in ritardo nei pagamenti all’Iseda.

SHARE