SHARE

“C’è una grande richiesta di salute e prevenzione nell’Agrigentino e non tutte le persone riescono ad avere accesso alle visite mediche specialistiche, per questo è da tre anni che le nostre attività di volontariato oltre che in Africa vengono svolte intensamente anche nella nostra provincia. Ce lo chiedono da tutte le parti, da Cattolica Eraclea a Montevago, continueremo a fare con piacere quanto possibile”.

Lo ha detto ieri il professor Giovanni Ruvolo, direttore dell’unità operativa di Cardiochirurgia al Policlinico Tor Vergata di Roma e presidente dell’associazione onlus “A Cuore Aperto” che ieri, insieme ai cardiologi volontari Fabio Triolo e Sandra Vacirca, per il terzo anno consecutivo, ha visitato una cinquantina di studenti dell’istituto “Contino” di Cattolica Eraclea nell’ambito del “Progetto Cuore” realizzato in collaborazione con l’Avis guidata dal presidente Alfonso Trizzino. In concomitanza con le visite agli studenti per uno screening cardiologico completo si è svolto un convegno con genitori e studenti; sono intervenuti, tra gli altri, la preside Annalisa Todaro, il sindaco Nicolò Termine, la psicologa e deputata all’Ars Margherita La Rocca. A moderare l’incontro – durante il quale si è parlato di prevenzione, solidarietà, giovani, volontariato e dell’importanza della donazione del sangue – il medico Antonino Patti.