SHARE

E’ ufficialmente partita la campagna elettorale per le amministrative del 31 maggio e 1 giugno nella città degli sposi. Due i candidati a sindaco di Siculiana che si sfidano per conquistare l’ambita poltrona attualmente occupata da Mariella Bruno. Si tratta di Leonardo Lauricella, avvocato, sposato a padre di tre figli, candidato sindaco della lista civica “Voltiamo pagina”, indipendente qualche tempo fa vicino a Forza Italia, già sindaco di Siculiana. E Angelo Pirrera, imprenditore alla sua prima esperienza politica, sposato e padre di due figlie, candidato sindaco con il sostegno della lista civica “Cittadini Protagonisti” che vedi alleati il Pd e Area Popolare (Ncd-Udc). Gli assessori designati da Lauricella sono Enzo Zambito e Giovanni Pinzarrone, mentre quelli designati da Pirrera sono Salvatore Piazza e Sandro Vella.

“La priorità delle priorità – ha affermato ieri il candidato sindaco Leonardo Lauricella a margine della presentazione delle liste e del programma di governo – è quella di portare avanti una politica di normalità, nel senso che bisogna puntare sulle piccole cose, sulle strade pulite, sulle spiagge pulite. Noi abbiamo un problema con il depuratore di Girgenti Acque e ci impegneremo sin da subito per risolverlo. Poi, oltre all’impegno sulle piccole cose – ha spiegato – abbiamo un programma a medio termine per dare slancio e sviluppo all’economia di Siculiana dopo cinque anni di una politica, a mio giudizio, fallimentare che necessita della più ampia partecipazione dei cittadini. Il nostro vuole essere un progetto integrato finalizzato a costruire una comunità. Noi puntiamo soprattutto sulla vocazione turistica del territorio, proprio per questo uno dei primi atti che farò se eletto sindaco – ha sottolineato Lauricella – sarà sicuramente il ristudio della zona costiera. Sul porticciolo turistico, invece, vedremo lo stato dell’istruttoria ma al momento non si può promettere nulla, è chiaro che il porto è ancorato al progetto complessivo di rilancio del turismo”.

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato ieri il candidato Angelo Pirrera – è quello riprendere il contatto con le persone per l’elaborazione di proposte concrete e fattibili per la rinascita del territorio. L’attività amministrativa – ha proseguito – sarà imperniata ai principi di legalità e trasparenza, riorganizzeremo la macchina amministrativa e burocratica, coinvolgeremo il volontariato e l’associazionismo, il decoro urbano sarà per noi fondamentale e punteremo al rilancio del turismo non solo valorizzando le nostre spiagge ma anche attraverso il recupero del centro storico e la promozione dei prodotti agroalimentari. La prima cosa che farò – ha evidenziato Pirrera – se eletto sindaco sarà quella di chiedere la riduzione delle tariffe a Girgenti Acque. In merito alla questione migranti e al centro di accoglienza villa Sikania reputiamo necessario – ha spiegato – il ridimensionamento della struttura ad un massimo di 60-70 ospiti”.

SHARE