SHARE
estorsione tentata, arnone archiviato

Ecco quali sono le “prime e fondamentali direttive programmatiche per rilanciare Agrigento, quale Primo Polo Turistico siciliano, e nuova Capitale della Cultura Comica Siciliana” nel programma elettorale del candidato sindaco Giuseppe Arnone. “Il primo obiettivo – ha spiegato in una nota – è quello di restituire alla Città di Agrigento immagine, credibilità, e dignità essenziali per il rilancio economico che deve strutturare la nostra città e l’interland quale terzo polo turistico siciliano, accanto a Taormina e Siracusa. Anzi, Agrigento ha le carte in regola per divenire il primo polo turistico siciliano. Non mi soffermo sulle risorse architettoniche, monumentali e ambientali, che per altro, in relazione alla loro difesa, fanno parte della mia storia personale. Voglio invece spendere una parola sulle Risorse Umane, di magnifica qualità, di cui dispone questa città: mi riferisco alle attività gastronomiche, di ristorazione , di pasticceria. Io ho girato l’intera Italia, vivendo per interi periodi in altre regioni. Agrigento non ha competizioni per la qualità della gastronomia e ristorazione, per la bontà dei dolci. Tutto questo non può che essere parte del pacchetto vincente del primo polo turistico siciliano.

Per realizzare ciò occorre costruire una classe dirigente al vertice di Agrigento formata da primi della classe: Se siamo i primi per monumenti , se siamo i primi per bellezze naturali, se siamo i primi per la qualità degli alimenti e del pesce, per la capacità di cucinare tali alimenti, non possiamo affidare questi tesori a Sindaci che non hanno neanche avuto – come è ampiamente avvenuto – la capacità di trovarsi un lavoro a trentatré anni ( vedi casi di due degli ultimi quattro Sindaci ) o che si sono diplomati mentre erano Sindaci .

Questa città esprime intelligenza e personalità che vanno valorizzate perché in grado di restituirci l’orgoglio che meritiamo : uomini come il Generale Luciano Portulano,simbolo dell’Italia che porta la pace nel mondo, il giornalista scrittore Carmelo Sardo,autore di un libro affascinante sui valori della legalità, la sociologa bandiera del nostro impegno in Africa, devono essere ambasciatori di Agrigento nel mondo essenziali nel rilancio del nostro progetto di sviluppo. E come non ricordare e valorizzare intellettuali come l’avvocato Stefano Vivacqua, colui che ha ottenuto il riconoscimento per la Valle dei Templi da parte dell’Unesco e che ha scritto il più bel libro sull’Agrigento contemporanea. La nostra Città ha sin’ora non ha apprezzato e non utilizzato le migliori energie , buttando a mare risorse importantissime. Queste persone devono essere il nostro biglietto da visita, la nostra carta di presentazione .

Andiamo alle novità della cultura: Se verrò eletto investirò Lello Analfino del progetto di costruire attorno al teatro Pirandello il principale punto di aggregazione delle intelligenze artistiche siciliane emerse nell’ultimo decennio , sperando anche che Lello porti accanto a sé Valentino Picone e Salvo Ficarra : il futuro della cultura siciliana deve essere nelle mani loro e di quelli come loro e della loro generazione . Un ruolo in questo quadro avrà ovviamente Giovanni Moscato, ed altri esponenti della comicità siciliana come il trio de “Lo Scarrozzo” e Gianni Nanfa. Il Teatro Pirandello deve diventare l’epicentro della strutturazione e valorizzazione di questa grande arte di cui dispongono Agrigento e la Sicilia , arte che sin’ora non ha ottenuto lo spazio che merita. Fu Federico Fellini ad offrire a Ciccio Ingrassia il grande riconoscimento , e solo adesso comprendiamo cosa abbiano rappresentato Franco Franchi e appunto Ciccio Ingrassia . Arnone Sindaco – spiega in una nota l’avvocato agrigentino – caricherà invece immediatamente tutta questa grande ed innovativa risorsa culturale siciliana della responsabilità di gestire una struttura teatrale”.

SHARE