SHARE

Quasi 200 sono stati gli agrigentini, provenienti anche da altri comuni della provincia, che hanno fruito dei test utili a misurare il monossido di carbonio (per i fumatori), i livelli di glicemia, l’indice di massa corporea e la misurazione della pressione. E’ stato un successo l’evento tenutosi oggi in piazza Cavour nell’ambito della “Giornata internazionale dell’infermiere” che prevedeva, tra le attività, tutta una serie di screening gratuiti.

Con l’ausilio di un ambulatorio mobile, e due tende debitamente allestite, i sanitari presenti sul posto (circa una 50ina che si sono laternati nell’arco della giornata) hanno cercato di far conoscere la professione infermieristica, i cui operatori sono da sempre al servizio dei cittadini, e hanno offerto, come anticipato, una serie di prestazioni gratuite.

Alla manifestazione organizzata dall’Ipasvi di Agrigento
, (il Collegio professionale provinciale degli infermieri presieduto da Salvatore Occhipinti), in collaborazione con l’Unità operativa di Educazione e promozione alla Salute dell’Asp 1, con il Cives e con la “Confraternita Misericordia”, hanno preso parte anche diverse scolaresche agrigentine, coinvolte dal Provveditorato agli studi di Agrigento, che hanno assistito a una dimostrazione di rianimazione cardiopolmonare, apprendendo così anche delle tecniche salvavita.

“Un evento i cui risultati, vista la partecipazione
, ci hanno soddisfatti, confermandoci la bontà di iniziative volte a prevenire e informare su determinate malattie. Vista la crisi che attraversa il nostro ambito professionale – ha detto il presidente degli infermieri dell’Agrigento, Occhipinti – per noi è stato utile portare in piazza non solo un contributo gradito agli utenti della sanità siciliana, a costo zero, ma anche sfruttare l’occasione per sottolineare in cosa consista la professione infermieristica che è essenziale per garantire il diritto alla salute della collettività”.

SHARE