SHARE

“Ad Agrigento il diritto allo sport è negato e, nonostante ciò, si insiste sulla politica dei proclami ad effetto come, ad esempio, l’annuncio da parte dell’entourage che sostiene il candidato sindaco, Calogero Firetto, del recupero del Parco sportivo del Mediterraneo a Villaseta”. Lo scrive in una nota il candidato sindaco di Agrigento, Silvio Alessi, intervenendo a proposito degli impianti sportivi in città.

“Firetto – aggiunge Alessi criticando il suo principale avversario – dovrebbe chiedere a chi lo sostiene perché non si è provveduto a restituire al Comune, pagando gli oneri spettanti, la palestra di Villaseta adibita ad aula bunker tra gli anni ‘80 e ‘90. Anziché i programmi roboanti e vuoti, noi manteniamo i piedi per terra. Nei primi 100 giorni di amministrazione della città di Agrigento – sottolinea Silvio Alessi – bandiremo subito la gara per affidare la piscina comunale di Villaseta, da mesi vergognosamente chiusa al pubblico, ad un’associazione sportiva, così com’è stato durante la seconda metà degli anni ‘90, quando l’impianto è stato brillantemente funzionante perché ben gestito dall’associazione sportiva che si aggiudicò la concessione”.

SHARE