SHARE

Denuncia il furto della sua autovettura, una Nissan Chimera, ma era tutto falso. Il tentativo, secondo la divisione Anticrimine della Questura di Agrigento, di disfarsi di una macchina che, a causa di gravami fiscali, non avrebbe potuto vendere, né tanto meno rottamare. La polizia lo ha però scoperto e denunciato alla Procura.

A mettere in scena una raffica di falsità è stato un quarantaseienne agrigentino. Giovedì scorso, l’uomo ha formalizzato la denuncia di furto della sua auto. Subito sono scattate le ricerche da parte dei poliziotti. Perlustrazioni che hanno, immediatamente, dato esito positivo: la Nissan Chimera è stata infatti ritrovata in contrada Minaga, alla periferia della città dei Templi. Il rinvenimento ha fatto subodorare ai poliziotti che c’era qualche cosa che non tornava. Intanto, la vettura avrebbe avuto esposto un tagliando assicurativo fasullo e, dall’interno mancavano il lettore Cd, il navigatore e lo stereo che invece, secondo la denuncia del proprietario, avrebbero dovuto esserci. Effettuata una perquisizione domiciliare nell’abitazione del quarantaseienne, la polizia ha ritrovato altri due tagliandi di assicurazione falsificati, nonché il navigatore e l’autoradio. A questo punto, per i poliziotti, il quadro è stato chiaro. A carico del proprietario della Nissan Chimera è stata formalizzata una denuncia per le ipotesi di reato di reato di procurato allarme, uso di atto assicurativo falso, falsità materiale, falsa attestazione a pubblico ufficiale e falsità ideologica.

SHARE