SHARE

“Siamo messi davvero male, ma è inutile prendersela col politico di turno, ci siamo ormai rassegnati a questo stato di cose. La Sicilia è come una femmina abbandonata“. Lo ha detto Fiorello oggi a Ragusa per lanciare il suo ultimo show dal titolo “L’ora del Rosario”. Conversando con i cronisti lo showman si è lamentato dei problemi dell’isola e in particolare dei ritardi atavici soprattutto per le infrastrutture e la viabilità con i ponti che continuano a crollare come se nulla fosse. “Per arrivare da Marsala, dove ho fatto l’ultimo spettacolo, a Ragusa ho impiegato quattro ore e mezza con strade strette e tortuose – ha detto Fiorello – .Per non parlare poi – ha aggiunto – del crollo del pilone che ha tagliato in due la Sicilia. Ma chi e’ stato il progettista? Valeriu Scanu! Battuta a parte, la Sicilia non cambia mai”. “L’ora del Rosario – ha detto Fiorello parlando del suo nuovo lavoro artistico – non è uno spettacolo dove troverete una battuta sulla politica. Mi interessa far divertire la gente comune”.

SHARE