SHARE

Il Comune di Sciacca vince un secondo ricorso contro l’Eas per il recupero di crediti Eas. Stavolta attiva la condanna, dal Tribunale di Sciacca, per l’Ente acquedotti Siciliani che dovrà rimborsare 3 milioni 232 mila euro. Le somme si riferiscono alle spese anticipate dal Comune di Sciacca dal 2005 al 2008 per la gestione, la manutenzione della rete idrica e degli acquedotti comunali.

“Si tratta di una nuova sentenza favorevole – ha spiegato il sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola -. Il pronunciamento – ha aggiunto – dà ragione al grande impegno profuso dal Comune a seguire, con grande attenzione, e a portare a termine due procedimenti per recuperare somme notevoli anticipate tanti anni fa dall’ente e mai riscosse. Il primo procedimento – ha spiegato il primo cittadino saccense – ha avuto il suo esito favorevole nei mesi scorsi con il Comune che ha incassato, con più tranche, ben 4 milioni e mezzo di euro”.

SHARE