SHARE
Nicolò Termine, sindaco di Cattolica Eraclea

Ribaltata dal tribunale di Agrigento la sentenza del giudice di pace di Cattolica Eraclea sui nuovi canoni cimiteriali fisati dall’amministrazione comunale. Contrapposti, in sede giudiziaria, il comune di Cattolica Eraclea nella persona del sindaco Nicolò Termine rappresentato dall’avvocato Pietro Bisconti, e il signor Domenico Contino, difeso dall’avvocato Pietro Piro.

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento – accogliendo il ricorso proposto dal comune contro la sentenza del giudice di pace che gli aveva dato torto e che a quanto pare non aveva nemmeno competenza a pronunciarsi in merito – si è definitivamente pronunciato sulla causa N° 1045/14 RG, decidendo quanto segue:

a) Accoglie integralmente l’appello proposto dal Comune di Cattolica Eraclea avverso le sentenze pronunciate dal Giudice di Pace di Cattolica Eraclea n° 35/13 depositata il 17-10-13 e n° 40/13 depositata il 26-11-2013 e, per l’effetto:
Dichiara il difetto di giurisdizione del giudice ordinario adito in favore del giudice amministrativo, dinanzi alla quale rimette le parti per la riassunzione della causa nei termini di legge;
– Compensa le spese di lite del primo grado nella misura della metà e condanna Domenico Contino a rimborsare al Comune di Cattolica Eraclea i restanti ½ delle stese spese, liquidate in complessivi euro 1.250,00 per compenso professionale di Avvocato, oltre oneri e accessori di legge;
b) Compensa le spese di lite del secondo grado nella misura della metà e condanna Domenico Contino a rimborsare al Comune di Cattolica Eraclea i restanti ½ delle stese spese, liquidate in complessivi €. 3254,5 di cui €. 154,5 ed euro €. 3100,00 per compenso professionale di Avvocato, oltre oneri e accessori di legge.

Ha espresso soddisfazione per la decisione il sindaco Nicolò Termine.

SHARE