SHARE

Licenziamento annullato e trasformazione del contratto di lavoro a tempo indeterminato. L’archeologo Luca Zambito dovrà essere reintegrato. Il giudice della sezione Lavoro del tribunale di Agrigento, Giuseppe Lupo, ha riconosciuto al professionista trentacinquenne la natura subordinata del rapporto e di tutte le retribuzioni maturate dal 7 gennaio del 2014, giorno del licenziamento, fino al reintegro da parte della Società Cooperativa Archeologia di Firenze che, per conto della Empedocle Spa, dell’Anas Spa e della Cooperativa Muratori Cementisti di Ravenna, monitora i ritrovamenti archeologici lungo la statale 640 dove sono in corso i lavori di ammodernamento e di raddoppio della strada. La battaglia legale tra la cooperativa e l’archeologo inizia nell’ottobre 2013.

Zambito, che tre anni prima aveva iniziato a lavorare con l’azienda con alcuni contratti di collaborazione, non sottoscrive un nuovo contratto della stessa natura reclamando un rapporto di lavoro subordinato. Dopo tre mesi di attività nello scavo archeologico di Racalmuto, in contrada Colmitella, il 7 Gennaio dell’anno scorso viene allontanato dal posto di lavoro.

SHARE