SHARE
Boschi e Faraone del Pd

“Finalmente una risposta per l’Istituto superiore di studi musicali ‘A.Toscanini’ di Ribera e, con esso, per altri istituti superiori musicali distribuiti sul territorio nazionale, come quello di Livorno, che, per ordine di criticità e in base a graduatoria, grazie all’emendamento approvato ieri alla Camera, potranno usufruire di fondi per continuare a offrire un importante servizio educativo. Dopo un periodo di grave incertezza dovuta alla soppressione delle province, l’Istituto di Ribera, come altri nelle stesse condizioni nel territorio nazionale, ha rischiato la chiusura. Non potevamo permetterlo e ci siamo impegnati per evitarlo. Sarebbe stato un danno per i lavoratori coinvolti ma anche e soprattutto per l’offerta educativa musicale di quei luoghi”. Così il Sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, a proposito dell’emendamento al ddl “La Buona Scuola” approvato ieri dall’Aula Montecitorio, emendamento che prevede lo stanziamento di un contributo di 1 milione di euro nel 2015 e di 3 milioni di euro a partire dal 2016 per questi istituti.

“L’obiettivo finale – continua Faraone – è la statizzazione, come prevede la legge 508. Intanto abbiamo dato una risposta concreta e rapida, abbiamo stanziato fondi grazie ai quali questi istituti potranno continuare a operare nei loro territori. Ne ‘La Buona Scuola’ la cultura umanistica e la tradizione italiana sono fondamentali e vanno potenziate per fare ripartire il nostro Paese. Per questo più arte, più musica, più made in Italy nelle scuole”.

“Sono molto soddisfatto di questo risultato – conclude Faraone – perché è un successo per l’Istituto superiore musicale di Ribera, per gli altri istituti che condividono la stessa sorte ma è un successo per la nostra scuola, sempre più autonoma e in grado di fornire un’offerta formativa varia e che risponde alle esigenze del territorio e degli studenti”.