SHARE
Governatore del Rotary Giovanni Vaccaro all'interno del Teatro

“L’apertura di questo teatro arriva dopo un iter cominciato nell’anno in cui sono nato io, un po’ di strada si è dovuta fare per questa apertura”. Lo ha affermato il ministro dell’Interno Angelino Alfano intervenuto a Sciacca (Agrigento) alla cerimonia di apertura del nuovo teatro Samonà della città termale. “La sua apertura, non è un simbolo ma è un simbolo il fatto che è stata accelerata la fase finale. L’amministrazione sarà efficiente nel tenerlo aperto. Non è un’apertura spot”, ha aggiunto il ministro.

L’attesa durava da oltre 40 anni. Oggi l’apertura, domenica 24, alle 18, il primo spettacolo, un concerto dell’orchestra d’archi “Cataldo Amodei”, del coro del conservatorio “Scontrino di Trapani” e del tenore Giuseppe Veneziano, diretti dal maestro Antonio Giovanni Bono. Motore dell’iniziativa il Rotary che, con il governatore, Giovanni Vaccaro, ha ottenuto dalla Regione, proprietaria della struttura, di far svolgere al teatro il congresso del distretto Sicilia-Malta.

Il sindaco, Fabrizio Di Paola, ha parlato di “evento storico per la città”. Il progetto degli architetti Giuseppe ed Alberto Samonà si realizzerà dopo quasi mezzo secolo e dopo un mare di polemiche legate a questa struttura, per anni una tra le principali incompiute di Sciacca. Il teatro, però, soltanto nel 2007 ha ottenuto un finanziamento per il completamento dei lavori, di 8 milioni di euro. In precedenza venivano finanziati dalla Regione soltanto stralci delle opere.

SHARE