SHARE

“Quello alle porte è un periodo dell’anno con alcune particolarità, nel quale la gente è in procinto delle vacanze, inizia a spogliarsi e ad apprezzare pregi e difetti, soprattutto per quanto riguarda il viso ma anche nel corpo. Così si ricorre a ritocchi che mantengono la
loro validità in questo periodo, mentre i trattamenti classici in questo momento, con sole e caldo alle porte, vengono accantonati”. Lo ha spiegato all’agenzia di stampa Agi il direttore scientifico del centro di chirurgia estetica della clinica “Villa Stuart”, Roberto Bracaglia, parlando dei ritocchi “last minute” in vista delle vacanze estive. “La fruizione è più indirizzata verso trattamenti meno aggressivi – ha spiega l’esperto  – con buoni risultati e con tempi di recupero rapidissimi, uno o due giorni al massimo. Particolarmente richiesti – ha aggiunto – sono due trattamenti: quello con punturine di Prp (Plasma ricco di piastrine), grazie alla ricerca si è visto, infatti, che contengono fattori di crescita che stimolano i tessuti. Con questo procedimento le piastrine vengono isolate dal sangue
della stessa persona, una volta isolate si estraggono i fattori di crescita che poi vengono reinoculati, niente di estraneo quindi. Questa – ha proseguito – è una metodica estremamente moderna, efficace e fatta soprattutto sul viso, collo e decoltè. L’altra metodica, molto richiesta, è  quella dei ‘fili di sospensione’ che vengono messi sotto pelle per ridare tono. Questa e’ una metodica particolarmente richiesta in visi sciupati in modo medio. Il Prp viene effettuata in modo ambulatoriale mentre quest’ultima in day hospital ed in anestesia locale. Ovviamente è sempre consigliato, comunque – ha concluso Bracaglia – utilizzare una buona crema per l’esposizione al sole”.

SHARE