SHARE

Arresti domiciliari per Alfonso Siracusa, 49 anni, di Realmonte, finito in carcere il 7 maggio con l’accusa di avere messo in piedi una vera e propria fabbrica di ferro rubato. Sono stati concessi dal gip Alessandra Vella che ha accolto un’istanza del difensore, l’avvocato Daniele Re, che aveva sollecitato una misura meno afflittiva. Il giudice, nonostante il parere contrario del pm Santo Fornasier, ha ritenuto che le esigenze cautelari si sono affievolite. Siracusa, durante l’interrogatorio di garanzia, si era avvalso della facoltà di non rispondere.

Il cinquantenne, sostiene il pm, avrebbe rubato in maniera sistematica e continuativa oggetti di ferro, rame, alluminio e acciaio di ogni tipo per poi rivenderli alla ditta che svolge l’attività di raccolta e recupero.

SHARE