SHARE

E’ stato arrestato dai poliziotti del commissariato di Canicattì Vincenzo Marchese Ragona, 43 anni, disoccupato del luogo, condannato in via definitiva dai giudici della Suprema Corte di Cassazione alla pena di cinque anni quattro mesi di carcere per il reato di atti sessuali ai danni di una minorenne. L’uomo, secondo quanto riporta l’agenzia Italpress, era stato arrestato qualche anno fa dalla polizia di Stato dopo la denuncia dei genitori di una bimba di 10 anni. Il 43enne disoccupato di Canicattì aveva guadagnato la fiducia invitandola a salire sulla sua auto dove poi l’ha costretta a compere a atti a sfondo sessuali.

SHARE