SHARE

Ad Agrigento, un cittadino residente in via Manzoni, ha lanciato su Facebook un allarme preciso e circostanziato sulla presenza di una vera e propria mappatura delle case i che possono essere bersaglio di rapine e saccheggi. Sui campanelli dei portoni d’ingresso e in alcuni casi proprio sui muri delle abitazioni, vengono lasciati dei segni particolari che spiegano alcune delle caratteristiche del bersaglio. Ci sono infatti segni per avvertire se in casa ci sono cani, se le persone stanno fuori per lavoro tutto il giorno, se i proprietari sono più o meno benestanti e così via.

La storia è raccontata oggi sul Giornale di Sicilia. “È successo nel mio palazzo e in qualche altro della via Manzoni – si legge nel post di denuncia su Facebook – zingari, hanno fatto dei segni particolari sui campanelli di ogni porta. Segni che per loro fungono da promemoria per eventuali furti. Attenzione e occhio a disegni con le penne nelle pareti dei vostri palazzi”.

SHARE