SHARE

Avrebbe taggirato online, via chat e su social network come Facebook, ignari navigatori del web e si faceva accreditare soldi attraverso carte di credito o sistemi di pagamento telematico. Così, una donna di 47 anni, di Campobasso, è stata arrestata dalla Squadra Mobile perchè deve scontare un ordine di esecuzione di pena definitiva ai domiciliari, un anno e quattro mesi, emesso dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Tra i truffati ci sarebbero anche diversi agrigentini. La donna, secondo quanto riporta l’Ansa, è stata condannata, in concorso con altri, per reati continuati di truffa, falsità e sostituzione di persona. “Espertissima in truffe on line – hanno riferito dalla questura molisana -, la donna carpiva, inizialmente, la fiducia di ignari navigatori della rete, residenti in diverse parti d’Italia, incoraggiando simpatie, instaurando relazioni virtuali ed arrivando anche a millantare scopi assistenziali e benefici costruiti ad hoc. Riusciva così a farsi accreditare, in più circostanze, varie somme di denaro mediante l’uso di mezzi di pagamento elettronico”.

SHARE