SHARE

Fabbricazione e detenzione di arma clandestina e detenzione illegale di munizioni per armi comuni. Sono questi i reati ipotizzati dai carabinieri della compagnia di Canicattì a carico di un bracciante agricolo canicattinese di 35 anni finito agli arresti.
Diego Lo Giudice, verso le ore 15, a seguito di perquisizione domiciliare effettuata dai carabinieri, è stato trovato in possesso di una penna pistola artigianale priva di matricola, cal. 22 short, con relativo munizionamento, 288 cartucce di vario calibro assemblate artigianalmente, numerose ogive e bossolame di vario calibro per il confezionamento di cartucce, alcuni macchinari per il caricamento e l’assemblaggio di cartucce ed un chilogrammo di polvere da sparo per cartucce.
L’uomo, dopo la dichiarazione in stato d’arresto è stato quindi accompagnato nella propria abitazione dove resta in regime di detenzione domiciliare a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento.

SHARE