SHARE

Sono complessivamente 53 i comuni siciliani che domani e dopodomani andranno al voto per il rinnovo dei sindaci e  consigli comunali. I centri più grandi chiamati alle urne sono i due capoluoghi di provincia Agrigento ed Enna, e i due comuni di Gela e Marsala.
Nell’Agrigentino, oltre che nella città dei templi, si voterà a Licata, Ribera, Realmonte, Siculiana, Raffadali, Cammarata.

Anche in provincia di Enna si voterà nel capoluogo, mentre nel resto della provincia andranno alle urne i cittadini di Agira,  Pietraperzia, Valguarnera Caropepe, Centuripe, Nicosia. In provincia di Caltanissetta ad andare alle urne, oltre a quelli di Gela, saranno gli abitanti di Mussomeli, Villalba e Serradifalco.
Per quanto riguarda la provincia di Catania, andranno alle urne i Comuni di Bronte, Milo, San Giovanni la Punta, Tremestieri Etneo, Pedara, Mascali e Maniace, mentre in provincia di Messina urne aperte a Giardini Naxos,Naso, Raccuja, Milazzo, Mazzarrà S.Andrea, Basicò, Graniti, Limina, Malvagna, Mirto,  San Salvatore Fitalia e Savoca.
In provincia di Palermo saranno 13 i Comuni chiamati al voto: Godrano, Lascari, Pollina,  Villabate, Collesano,  Polizzi Generosa, San Mauro Castelverde, Aliminusa, Caltavuturo, Carini, Santa Cristina Gela, Scillato, Trabia.
I seggi si apriranno domani, 31 maggio, dalle 8 alle 22, e lunedì 1 giugno dalle 7 alle 15. Eventurali turni di ballottaggio si terranno domenica 14 giugno, ed anche in quel caso i seggi saranno aperti dalle 8 alle 22, e lunedì 15 giugno dalle 7 alle 15. Lo scrutinio nizierà subito dopo la chiusura dei seggi. Per agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate, o dei duplicati, gli uffici comunali resteranno aperti anche sabato 30 maggio, dalle 9 alle 18, e domenica 31 maggio per tutta la durata delle operazioni di voto.

SHARE