SHARE

Siamo in Sicilia, nell’Agrigentino, è la seconda metà degli anni ’80. Il sostituto procuratore Rosario Livatino focalizza le sue indagini sulla magia nella zona Canicattì e Agrigento; egli ritiene infatti che in quell’area, meno soggetta al massiccio controllo delle forze dell’ordine rispetto a Palermo, si stia spostando il grosso del traffico di stupefacenti. Ma indaga anche su appalti e politica, le guerre di Cosa nostra con la Stidda. Viene assassinato in un agguato il 21 settembre 1990, a trentasette anni.  La sua storia  è ripercorsa dal film “Il giudice ragazzino”, realizzato da Alessandro Di Robilant nel 1994, in onda domenica 31 maggio alle 21.30 su Rai Storia, ch. 54 del Digitale Terrestre e ch.23 Tivù Sat, per il ciclo “Binario Cinema”.

SHARE