SHARE

“E’ fallita la prima vera prova costume di massa del 2015, il 57% degli italiani si considera sovrappeso nonostante la corsa last minute a diete e all’attività fisica per recuperare la forma perduta”. Lo sostiene la Coldiretti sulla base di una ricerca Nielsen su alimentazione e benessere in occasione della prima tintarella generale al sole della stagione estiva.

“Nel lungo weekend del 2 giugno – ha evidenziato la Coldiretti presentando i risultati dell’indagine – oltre 3,5 milioni di italiani hanno scelto la vacanza al mare dormendo una notte fuori ma una grande maggioranza ha comunque deciso di trascorrere il proprio tempo libero in costume al mare, nei laghi o in piscina per godersi il primo caldo in anticipo sull’ estate”.

Si è trattato, però, di “un duro confronto con la realtà che – ha aggiunto l’organizzazione degli agricoltori – vede la percentuale di italiani insoddisfatti della propria forma fisica aumentare, con il 53% che vorrebbe dimagrire rispetto al 46% del 2011”. Un desiderio “che non sempre però – si legge nella nota stampa di Coldiretti – si traduce in azioni concrete poiché sono il 41,2% gli italiani che si comportano in modo sedentario mentre solo il 18% mangia frutta e verdura almeno quattro volte al giorno, secondo le regole della sana alimentazione durante l’anno”.

“Sono comunque circa 7,7 milioni gli italiani che seguono una dieta regolarmente ma salgono a ben 16,9 milioni quelli che lo fanno occasionalmente, soprattutto in vista dell’estate”, secondo l’indagine Coldiretti/Censis. Se, continua la Coldiretti, “è scontro tra le diverse proposte dei dietologi per affrontare il sovrappeso, sono invece unanimemente riconosciuti i benefici della dieta mediterranea”. I suoi prodotti base, a partire dal consumo di frutta e verdura, “possono aiutare a recuperare la forma perduta ma sono anche considerati indiscutibilmente come essenziali per garantire una buona salute soprattutto per la crescita nelle giovani generazioni”. Pane, pasta, frutta, verdura, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari “hanno consentito agli italiani – conclude l’associazione agricola – di conquistare fino ad ora il record della longevità con una vita media di 79,8 anni per gli uomini e di 84,8 per le donne, tra le più elevate al mondo”.

SHARE