SHARE

Giovedì 4 giugno 2015, alle ore 17,30, lo Spazio Cultura della Libreria Macaione (via Marchese di Villabianca 102 a Palermo), presenta Sicilia archeologica. I caratteri e i percorsi dell’isola, dal paleolitico all’Età del Bronzo, negli orizzonti del Mediterraneo, firmato da Sebastiano Tusa, archeologo e soprintendente del Mare della Regione Siciliana, per le Edizioni di Storia e Studi Sociali.

Oltre all’autore, relazioneranno: Nunzio Allegro, docente di Archeologia presso l’Università Palermo; Ferdinando Maurici, archeologo e docente di Storia Medievale e Archeologia Cristiana (Bologna e LUMSA); Carlo Ruta, direttore di Edizioni di Storia e Studi Sociali e saggista; Stefano Vassallo, direttore della sezione Archeologia della Soprintendenza ai BB.CC. di Palermo.

L’opera di Sebastiano Tusa si apre con un inquadramento storico, archeologico e filosofico sul Mediterraneo antico, per procedere con una serie di studi su tematiche da tempo molto dibattute, tra cui: le forme di religiosità delle popolazioni primitive siciliane; l’insorgenza agro-pastorale nell’isola ossia la transizione tra le società di cacciatori e raccoglitori e quelle di agricoltori e pastori; le antiche colonizzazioni nei microcosmi insulari di Pantelleria e delle Eolie; infine, le radici etniche del popolo siciliano.