SHARE

E’ l’elettore più anziano della regione. Alfonso Cottone, 106 anni il prossimo ottobre, ieri mattina, accompagnato dal nipote Piero Puccio – sindaco uscente di Realmonte – si è recato alla scuola media “Garibaldi” e senza alcuna difficoltà ha espresso il proprio voto. Al nipote, il giorno prima, ossia domenica, aveva esplicitamente detto: “Perché non devo votare? Io voglio votare!”.

Alle 11, ieri, dopo aver atteso per un paio d’ore che il nipote si liberasse dagli impegni e lo accompagnasse per come promesso, “nonno” Alfonso è arrivato all’istituto scolastico “Garibaldi” ed è stato accolto calorosamente dal presidente del seggio e dagli scrutatori. E prima ancora dell’ingresso nella scuola media, è stato salutato, con affetto ed ammirazione, anche dai vigili urbani. “Tutti mi aspettavano” – ha detto al nipote Piero Puccio – . “Hai visto che tutti mi aspettavano davvero?”.

“Avevo spiegato a mio nonno – ha raccontato ieri, il sindaco uscente di Realmonte al Giornale di Sicilia – come esprimere la sua preferenza elettorale, come doveva mettere la crocetta per non sbagliare, per non far invalidare la scheda elettorale. Ed in piena coscienza, lo ha fatto senza alcuna remora”. Ed è stato soddisfatto, contento, di aver fatto il proprio dovere, tant’è che, all’uscita dell’istituto scolastico, mentre continuava ad alzare le mani per rispondere ai saluti dei realmontini, al nipote ha detto: “Contento sono! Hai visto che ho fatto il mio dovere?”. Alfonso Cottone, l’elettore più anziano dell’Agrigentino e della Sicilia intera, nonostante i 105 anni e mezzo, essendo pienamente lucido, non ha voluto sottrarsi e si è presentato, con il fiero entusiasmo d’essere cittadino italiano e di partecipare attivamente alla democrazia, alle urne della “sua” Realmonte.

SHARE