SHARE
Foto tratta dal reality show cinese Sisters over Flowers in Sicilia

La cultura italiana, si sa, è famosa nel mondo come portatrice di valori sani e peculiari: l’artigianalità, il gusto, il perfetto equilibrio tra passato e presente hanno fatto sì che il made in Italy diventasse marchio da esportare nel mondo. E sicuramente Expo 2015 ha acceso ancora una volta i riflettori sul nostro Paese e le sue eccellenze.

Lo sa bene The Bund, magazine cinese di moda e lifestyle tra i più seguiti e prestigiosi, in questi giorni in tour in Italia per scoprirne le bellezze artistiche, le eccellenze artigianali ed enogastronomiche. Le tappe sono organizzate in collaborazione con Business Strategies, società leader nell’internazionalizzazione del made in Italy, e Taste Italy!, compagnia di Shanghai che promuove la diffusione della cultura italiana in Cina. In visione siti archeologici, musei, cantine, atelier, luoghi di produzioni alimentari e artigianali d’eccellenza.

Una vera e propria full immersion nei luoghi in cui si creano la bellezza, l’arte, il gusto che ci contraddistinguono e che gli altri Paesi ammirano e invidiano. Il tour toccherà città e territori distribuiti su tutto lo stivale, partendo da Milano e terminando, dal 9 al 12 giugno, in Sicilia. Nell’isola del Mediterraneo la troupe del settimanale cinese potrà ammirare il Teatro Greco di Siracusa, l’isola di Ortigia, visitare la pasticceria di Noto e assaggiare il pistacchio di Bronte. E ancora assaporare i vini siciliani come quelli di Cottanera, Tornatore, Feudo Maccari e Gulfi, scelte insieme ad altre 8 cantine in giro per il Bel Paese.

Il tour si concretizzerà in uno speciale di 20 pagine, che sarà pubblicato a luglio sul magazine The Bund e sulle 8 app ad esso collegate, con foto, video, interviste e contenuti speciali. L’attenzione dei giornalisti orientali, concentrata soprattutto su Sicilia, Toscana e Piemonte, è solo una delle tante dimostrazioni di interesse internazionale. Expo si rivela così vetrina per il nostro Paese e le nostre aziende, per i nostri marchi ed i nostri prodotti. Un’occasione da non perdere, sfruttando in maniera intelligente l’interesse dei media e con la collaborazione degli enti locali.

 

 

SHARE