SHARE

”Nella consapevolezza che la celebrazione di un eventuale processo penale non potrà restituire ai propri cari le due piccole vittime, i genitori confermano totale fiducia nell’operato della magistratura e si augurano che nel più breve tempo possibile possano essere accertate le cause della tragedia nonchè l’esistenza di eventuali responsabilita’ penali”. E’ quanto affermano in una nota riportata dall’Ansa gli avvocati Roberto Guida e Mattia Floccher, legali dei genitori di Laura e Carmelo Raimondo, morti il 27 settembre scorso per l’esplosione di un vulcanello in provincia di Agrigento, in relazione alla notizia dell’iscrizione di tre persone nel registro degli indagati della procura. ”Tanto se non altro al fine di evitare – affermano i legali – che quando accaduto a Laura e Carmelo Raimondo , possa nuovamente verificarsi in danno di altre vittime innocenti e inconsapevoli”.