SHARE

E’ stato fermato dopo che, al volante di una Smart, procedendo contromano, era finito prima contro un cassonetto per la raccolta dei rifiuti e poi contro un marciapiede. Agli agenti della polizia di Stato, intervenuti in viale Falcone-Borsellino, a San Leone, ha raccontato che stava scappando per evitare di essere picchiato. Sottoposto all’alcool test, è stato però denunciato, alla Procura, per l’ipotesi di reato di guida in stato di ebbrezza. Perché al volante della sua Smart, S. C., 26 anni, vi si sarebbe messo con un tasso di 0,90.

La chiamata arrivata al 113, nella notte fra sabato e domenica, parlava infatti chiaramente di un pedone investito sul lungomare di San Leone. Spetterà agli agenti, dunque, accertare se davvero o meno quella segnalazione fosse autentica, se prima vi fosse stata una rissa come sembra probabile e soprattutto chi siano stati i partecipanti al tafferuglio.

SHARE