SHARE

“Da due giorni sui giornali si legge la notizia delle iscrizioni nel registro degli indagati per l’incidente avvenuto alle Macalube di Aragona. Da due giorni, sulla gran parte delle testate online permane l’errore – nei titoli e negli articoli – che riconduce tutti gli indagati, e quindi l’eventuale responsabilità di quanto accaduto, esclusivamente a Legambiente Sicilia.

Certi di fare un utile servizio alla corretta informazione, ribadiamo ancora una volta quanto già dichiarato nel nostro comunicato stampa del 3 giugno: Domenico Fontana è responsabile dell’ente gestore Legambiente, mentre Francesco Gendusa è il dirigente del Servizio Aree protette della Regione Siciliana, ente che ha istituito la Riserva e che ne è proprietaria”. Lo precisa in una nota Legambiente Sicilia.

SHARE