SHARE

E’ stata celebrata stamattina a Porto Empedocle – nell’anniversario dell’impresa di Premuda che, il 10 giugno 1918, ha visto l’affondamento di due corazzate austroungariche da parte dei MAS al comando di Luigi Rizzo –  la tradizionale festa della Marina Militare.

La sobria manifestazione, organizzata dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle insieme al locale Gruppo ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) “Carmelo Sanfilippo”, presieduto dal Cav. Gerlando Sirone, è iniziata alle ore 10 presso il monumento ai Caduti del Mare, nel piazzale antistante la Biblioteca Comunale. Presenti, oltre al Comandante della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera Capitano di Fregata Massimo Di Marco, il Prefetto Nicola Diomede, il Questore Mario Finocchiaro, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri  Mario Mettifogo, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza  Massimo Sobrà, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Michele Burgio, il Commissario Straordinario del Comune di Porto Empedocle  Antonina Bonsignore.

Dopo la cerimonia dell’alzabandiera è stata la volta della deposizione di una corona (benedetta da Don Baldo Reina) al monumento ai Caduti del Mare, a cura del Comandante della Capitaneria di Porto, del Prefetto e del Commissario Straordinario. Infine, dopo la lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica, si è proceduto alla consegna di onorificenze e ricompense ad alcuni militari in servizio ed in congedo.

SHARE