SHARE

Cosa ci faceva quel sedativo a portata di mano al reparto di Pediatria? Dirigenti sanitari e genitori dei bambini ricoverati, ieri, si ponevano lo stesso, identico, interrogativo. E spetterà all’inchiesta dell’ospedale “San Giovanni di Dio” fare chiarezza. L’inchiesta interna aperta servirà, per come aveva già detto mercoledì, poche ore dopo il risveglio di tutti i bambini, il direttore sanitario dell’ospedale Antonello Seminerio a “capire cosa non ha funzionato nella procedura di uso del farmaco”.

L’infermiera, martedì pomeriggio, ha preso il flacone ed ha iniziato la somministrazione ai 12 degenti del reparto di Pediatria. Il flacone, per quanto simile, non era però quello dei fermenti lattici vivi, ma piuttosto quello di un sedativo. Sono stati nove i minori che, dopo aver preso quel medicinale, sono caduti in un forte stato di sonnolenza. I piccoli degenti, anche ieri, sono stati scrupolosamente e ripetutamente controllati. Stanno tutti bene.

SHARE