SHARE

Sta per cominciare l’88esima edizione di Pitti Uomo, che da Firenze lancia tendenze e collezioni per la moda che verrà. Prevista dal 16 al 19 giugno alla Fortezza Da Basso, la manifestazione sta già facendo parlare di sé. Indiscrezioni ed anticipazioni sui modelli presentati si susseguono su internet.

Il tend più in voga? L’abbigliamento unisex. Nulla di nuovo, in realtà, se pensate che già le amazzoni “rubavano” indumenti e armature dal guardaroba maschile. Per non parlare della rivoluzione di Coco Chanel, che negli anni ’30 utilizzava tessuti e linee prettamente maschili, donando loro un’aggraziata femminilità. Era l’epoca delle donne attive, che cominciavano a muoversi in società. Nel 1966 Yves Saint Laurent face sfilare in passerella il primo smoking femminile, la contaminazione tra i generi era ormai regina dell’alta moda.

Oggi Pitti Uomo sottolinea questo trend, che nelle grandi metropoli occidentali è presente nell’abbigliamento di tutti i giorni, con una sezione dedicata: Open. Si tratta di un’ampia ala in cui verranno presentate le collezioni di 24 brand che vanno oltre il concetto di genere. Il marchio giapponese Period Features, per esempio, propone capi di abbigliamento androgini dalle sorprendenti sensazioni tattili. Var/City mischia non solo i generi, ma anche i materiali: il jersey diventa denim, il nylon si confonde con la pelle. E poi le sciarpe Rumisu, confezionate a mano in seta, perfette per lui e per lei. Spazio anche agli accessori: l’italiano Andrea Incontri e il marchio inglese Dalton Bros presentano borse unisex.

Diversi designer si sono poi dedicati alle scarpe, soprattutto slip-on e stringate, già da tempo migrate dalle scarpiere maschili a quelle femminili. N3M da Milano e Solovière dalla Francia ne sono degli esempi perfetti. Infine, immancabili i profumi: Message in a Bottle è la fragranza che Mark Buxton Perfumes dedica a lui e a lei.

“Con la consueta sensibilità nel captare i mutamenti dello stile – commenta soddisfatto Agostino Poletto, vice-direttore di Pitti Immagine – e l’affacciarsi di nuovi trend nella moda contemporanea, Pitti Uomo affronta un tema di grande attualità oggi”. Gli fa eco il proprietario di Blauer e Cp Company, Enzo Fusco. “Nelle grandi metropoli – dice – l’uomo già porta la borsetta e le ragazze vestono con i capispalla maschili”.

SHARE