SHARE

Lampedusa è tornata all’Expo 2015 con tutti i sapori e i profumi del suo meraviglioso mare. Dopo il grande successo del 5 giugno scorso grazie all’animazione di una delegazione isolana, il Comune pelagico è tornato a Milano. Questa volta la trasferta si è svolta nell’ambito della manifestazione organizzata dal Gac del Golfo di Gela, di cui Lampedusa è parte. In vetrina piatti tipici d’alto mare e dimostrazioni di lavorazione del pesce e trattamento delle note spugne di mare di cui Lampedusa è caposcuola.

In sette sono partiti da Lampedusa per rappresentarla ad Expo 2015. Circa la metà della precedente trasferta, dove oltre ai maestri di cucina c’erano anche musicisti e animatori. Il ridimensionamento è dovuto agli impegni che chef e musicisti hanno adesso sull’isola, dove con l’arrivo dell’estate si è ufficialmente aperta la stagione turistica. L’incontro tra le Pelagie, quindi Lampedusa e Linosa, e l’Expo di Milano potrebbe ripetersi a settembre, quando il Gac avrà a disposizione una nuova finestra e Lampedusa, grazie all’ausilio dello streaming audio-video, potrebbe produrre in diretta manifestazioni che si svolgeranno sull’isola proiettandole direttamente sul maxischermo di cui il Cluster è dotato.

Sono in corso di programmazione una serie di eventi, tra spettacoli e concerti, che animeranno la stagione turistica 2015 delle isole e alcuni tra questi risulterebbero confacenti al tema dell’Esposizione universale. Dal concerto del maestro Lang Lang in programma per il mese di luglio alla saga del pesce di settembre passando per la fiction destinata alla diffusione Rai e una lunga serie di concerti, Lampedusa e Linosa stanno lavorando per invertire i dati statistici che la crisi economica ha indotto in ogni località turistica nazionale. Sulla questione si è espressa in modo chiaro e inequivocabile il sindaco Giusi Nicolini: “Abbiamo sempre dimostrato – ha detto il primo cittadino dell’isola pelagica – di saper fare turismo e accoglienza e adesso dimostreremo che le isole da tutti riconosciute come perle del Mediterraneo per la propria bellezza saranno anche in grado di ricollocarsi tra le destinazioni più gettonate dai turisti”.

SHARE