SHARE

Una bacinella ricolma di rifiuti lasciata, con tanto di biglietto posto in bella mostra, davanti l’ingresso principale del Comune di Agrigento. A ritrovarla e ad insospettirsi è stata una pattuglia della polizia di Stato, durante la notte fra giovedì ed ieri.

“Questa bagnera – c’era scritto nel biglietto messo in bella mostra – è il risultato di un’ora di passeggiata in spiaggia, località Maddalusa. Ora a tutti sti nuovi consiglieri che tanta cagnara hanno fatto per aggiudicarsi un posto, voglio dire: puliziatemi sta spiaggia e subito. Non è giusto che i bambini debbano giocare in mezzo le siringhe in spiaggia o nuotare in mezzo agli assorbenti di stupide donnine. Questo si chiama ecoterrorismo. Vedete di risolverlo di fretta, perché ci siamo rotti. Buon lavoro. ALF”.

Alla simbolica contestazione, ieri, il neo sindaco di Agrigento ha risposto con un annuncio concreto: “Lunedì, riparte il servizio di pulizia delle spiagge. Si riprende con il contratto dello scorso anno. Servizio che durerà quattro mesi”.

 

SHARE