SHARE

Ieri sera i carabinieri della compagnia di Licata e della compagnia di intervento operativo del 12° Battaglione “Sicilia” di Palermo, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato a garantire un maggiore sicurezza percepita dai cittadini, anche alla luce di alcuni fatti criminosi verificatisi nel territorio.

In particolare i militari, viene spiegato in un comunicato, hanno garantito la presenza nel centro della città di Licata con 10 pattuglie automontate, posizionate nelle principali arterie della cittadina e sulla strada statale 115.

L’attività, finalizzata a setacciare i luoghi maggiormente frequentati da pregiudicati o comunque da persone sospettate di dedicarsi ad attività malavitose, ha consentito di controllare 53 persone e 36 veicoli circolanti sulla pubblica via.

Sono state controllate 12 persone destinatarie della misura cautelare degli arresti domiciliari e della Sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno.

12 contravvenzioni al Codice della Strada sono state accertate e contestate ad alcuni automobilisti, per un importo di circa 1.200 euro.

3 perquisizioni personali e veicolari eseguite, 7 ciclomotori sono stati sottoposti a fermo amministrativo di 60 giorni in quanto il conducente non ha indossato il casco e 2 di questi ciclomotori sono stati sequestrati per mancanza di copertura assicurativa per la responsabilità civile automobilistica. 7 carte di circolazione ritirate per varie infrazioni al Codice della strada.

Nello stesso contesto sono stati arrestati due soggetti destinatari della Sorveglianza Speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di dimora, poiché resisi responsabili di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e guida senza patente perché revocata o mai conseguita.

SHARE