SHARE

Slitta al 9 luglio la decisione del gup Alessandra Vella sulle richieste di rinvio a giudizio presentate dal pm Andrea Maggioni per i sei imputati dell’inchiesta sulle presunte irregolarità legate all’istituto di formazione Ecap a partire dal 2010. Ieri hanno discusso quasi tutti i difensori chiedendo il non luogo a procedere per i loro assistiti. L’inchiesta, il cui principale imputato, è l’avvocato Ignazio Valenza, ex presidente dell’istituto di formazione, prese le mosse da un presunto abuso di ufficio legato alla stabilizzazione di quattro dipendenti (tre dei quali – Giuseppe Valenza, Mario Carmina e Sebastiandaniele Castelli sono imputati) e si estende poi ad altre vicende che coinvolgono anche due marescialli dei carabinieri, Antonino Arnese e Vincenzo Mangiavillano, accusati dalla Procura di corruzione per avere barattato l’assunzione della moglie di Arnese in cambio di un “controllo erroneo, blando e lacunoso” all’istituto Ecap.

Nessuno ha chiesto riti alternativi. Il 9 luglio interverranno gli avvocati Antonino Gaziano e Daniela Posante (difensori di Arnese e Valenza), poi il giudice deciderà.

SHARE