SHARE

Terzo giorno del LetterandoInFest 2015 e serata conclusiva per la kermesse dedicata al mondo della letteratura. Come i due giorni precedenti, gli eventi prenderanno il via alle ore 16 e avranno luogo nei cinque spazi all’interno della Badia Grande di Sciacca.
“Sicilia e sicilitudine nel terzo millennio” è il workshop che si svolgerà in serata nel Cortile Orquidea in cui sarà possibile riflettere sulla centralità dell’isola nel panorama del mediterraneo e che, seguendo la scia dell’Expo milanese, si concentrerà sul ruolo del cibo. L’evento è stato realizzato dai docenti di due scuole di Sciacca: il liceo classico “Tommaso Fazello” e l’istituto alberghiero “Calogero Amato Vetrano”. Arricchiscono la serata alcune letture drammatizzate e un angolo di assaggi della cucina siciliana.
Tra le proposte editoriali del giorno, edizioni Arianna presenta un volume realizzato da dieci scrittrici siciliane, “Sibille”. Aulino Editore proporrà due tra le sue nuove proposte editoriali: “Quattro pagine in più” di Eleonora Fisco, anagraficamente la più giovane ospite del festival, e “Colpe apparenti” dell’ormai navigato Michele Barbera.
Nel corso della serata sarà presento il premio “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” di Santa Margherita di Belìce. La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 8 agosto e conferirà il riconoscimento letterario alla scrittrice svizzera Fleur Jaeggy, autrice del libro “Sono il fratello di XX” (Adelphi edizioni).
Anche i giovani studenti delle classi quinte del secondo circolo didattico “Sant’Agostino” di Sciacca saranno protagonisti del festival e presenteranno al pubblico un cortometraggio diretto da Nino Sabella e realizzato in collaborazione con il Rotary di Sciacca: “La scuola siamo noi!”
Chiude la manifestazione il concerto del cantautore siciliano Ennio Salomone che omaggia Fabrizio De Andrè con un concerto live sulle note dell’album “Non al denaro non all’amore né al cielo”, tratto da una raccolta di poesie del poeta statunitense Edgar Lee Masters, l’antologia di “Spoon River”.

SHARE