SHARE
Boschi e Faraone del Pd

“Se c’è un Governo nazionale che dice di voler aiutare quello regionale, che ci sia un interlocutore credibile perchè la crisi di bilancio è drammatica. Di fronte alla volontà di dare una mano, non si può reagire con beghe che riguardano il ceto politico, e non i cittadini”. Lo ha affermato Davide Faraone, sottosegretario all’Istruzione, intervenendo a Messina all’inaugurazione di un circolo del Pd.

“Il Governo nazionale – ha aggiunto Faraone secondo quanto riferisce l’Italpress – sta prevedendo interventi di risanamento per il bilancio della Sicilia, un intervento sui rifiuti, perchè si creino le condizioni affinchè non ci siano solo discariche ma impianti moderni, e sulle infrastrutture, con 60 milioni di euro destinati sia al recupero del viadotto crollato che alle strade provinciali. Ma serve che la Regione faccia la sua parte”.

Un attacco frontale a Crocetta, con cui la “guerra” continua, secondo i più maliziosi Faraone punta a Palazzo d’Orleans. “Non rispondo a Faraone, proprio perché non faccio parte di quella classe dirigente ‘tribale’ di cui parla lui… Io sono impegnato a governare…”. Così il Governatore siciliano Rosario Crocetta replica a distanza tramite l’Adnkronos al sottosegretario Davide Faraone che oggi, a Messina, aveva criticato la classe politica siciliana “che sembra la casa del Grande Fratello”.