SHARE

E’ diffusa la convinzione che quando in piscina gli occhi diventano rossi la colpa è  del cloro presente nell’acqua. In realtà, la causa sarebbe l’urina, la cui presenza non può essere rilevata dai bagnanti ignari. Almeno così la pensa un gruppo di esperti dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti, che ha lanciato un nuova
campagna. Secondo un sondaggio condotto da Survate su commissione del Water Quality and Health Council, quasi la metà degli americani crede erroneamente che ci sia
una sostanza chimica in piscina che trasforma il colore della pipì, rendendola visibile. Non solo. La stessa ricerca ha rilevato che il 71% degli americani è convinto che
sia il cloro la causa dell’arrossamento degli occhi.

“Il cloro e gli altri disinfettanti vengono aggiunti in una piscina per distruggere i germi”, ha spiegato Michele Hlavsa, responsabili dell’Healthy Swimming Program dei CDC. “La pipì in piscina impoverisce i cloro e produce un irritante che fa diventare gli occhi rossi. La soluzione – ha continuato – è  cortesia comune. I nuotatori devono usare la piscina per nuotare, il bagno per fare la pipì e le docce prima di entrare in piscina. E’ così semplice”.

SHARE