SHARE
Il presidente del consiglio nazionale forense Andrea Mascherin

Il presidente del consiglio nazionale forense e i rappresentanti di tutti gli ordini siciliani in città per una due giorni di studi sulla riforma del processo civile e sui decreti attuativi del “Jobs act”. L’appuntamento è per domani e sabato al Collegio dei Filippini e al tribunale di Agrigento. Intanto domani mattina alle 10,30 nei locali della biblioteca del tribunale il presidente nazionale degli avvocati Andrea Mascherin incontrerà i giornalisti per presentare l’assemblea permanente dell’Unione degli ordini forensi della Sicilia. I seminari inizieranno qualche ora dopo, alle 16,30, al Collegio dei Filippini.

Nella prima sessione si discuterà del disegno di legge delega di riforma del processo civile. Prima ci sarà spazio per i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine degli avvocati Vincenzo Avanzato, del vice presidente dell’Unione degli ordini forensi Massimo Dell’Utri, del presidente reggente del tribunale di Agrigento Luisa Turco e del presidente dell’Associazione nazionale magistrati di Agrigento Alessandra Vella. Coordinerà i lavori il consigliere nazionale forense Antonino Gaziano. L’introduzione è affidata al presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo Francesco Greco. Le relazioni saranno degli avvocati Davide Calabrò e Maurizio Di Benedetto, rispettivamente presidente della commissione di riforma del processo civile del consiglio nazionale e docente del polo didattico di Agrigento. Concluderà lo stesso Mascherin. Sabato alle 9,30 nell’Aula Livatino del palazzo di giustizia si parlerà di “jobs act e decreti attuativi”. Coordinerà il consigliere nazionale forense Angelo Esposito. Alessandro Garilli, docente dell’Università di Palermo, interverrà sul tema della conciliazione preventiva. L’avvocato Alberto Levi discuterà di “controlli a distanza dei lavoratori”. Infine l’avvocato Calogero Massimo Cammalleri discuterà di “licenziamento per giustificato motivo soggettivo e per giusta causa”.

SHARE