SHARE

Nuova tragedia dell’immigrazione al largo della Libia. Dodici i cadaveri recuperati in mare e circa 500 le persone salvate dalla Guardia costiera. La centrale operativa delle Capitanerie di porto di Roma ha coordinato le operazioni di soccorso a 40 miglia a nord della Libia. Navi Dattilo e Corsi e due motovedette classe 300 giunte da Lampedusa sono intervenute in aiuto di quattro gommoni salvando 393 persone. Uno di questi era semiaffondato e nave Dattilo ha tratto fuori dall’acqua 106 persone. In mare pero’ c’erano 12 cadaveri che sono stati presi a bordo dall’equipaggio di Dattilo. Le due motovedette hanno soccorso poi un quinto gommone con altre 106 persone. Non e’ tutto, perche’ nave Dattilo si e’ diretta verso altri tre gommoni in difficolta’. (AGI)

SHARE