SHARE

Ancora nessuna soluzione. Il “caso” dei 29 netturbini licenziati, ad Agrigento, perché il bando dei rifiuti non prevede alcuna copertura finanziaria, è ancora aperto. Anzi apertissimo. Ieri, c’è stato un vertice urgente in Prefettura. Ma la soluzione, appunto, non è stata trovata. Il “tavolo” è stato aggiornato a martedì. Dal 16 luglio, però, i lavoratori rimarranno a spasso. L’impresa che si è aggiudicata il servizio, con un ribasso del 30 per cento, non ha, infatti, le risorse economiche sufficienti per mantenere i livelli occupazionali.

SHARE