SHARE

I siciliani portano in Africa quello che in Sicilia vorrebbero togliere: l’acqua pubblica. “Un ringraziamento a Dio e a Sant’Agata, oggi abbiamo accesso all’acqua potabile anche noi piccoli della savana. Il tutto grazie alla generosità dei fedeli di una parrocchia di Bronte, in provincia di Catania. Dio vi benedica”. Lo scrive su Facebook, dalla Tanzania, Padre Salvatore Ricceri, condividendo le foto dell’inaugurazione del pozzo dell’acqua potabile nella missione che porta avanti nella regione di Iringa, a due passi dal parco nazionale di Ruaha. Esprime gioia su Facebook la deputata regionale Margherita La Rocca Ruvolo, dell’associazione onlus “A cuore aperto”, impegnata come volontaria in Africa e in Sicilia nella battaglia peril reddito minimo contro la povertà e per la legge sull’acqua pubblica: “Grande padre Salvatore! Una vita spesa per loro!”.