SHARE

Crocetta, in direzione regionale del Pd, disse che se il suo partito gli avesse chiesto un passo indietro lui si sarebbe dimesso subito. Il passo indietro glielo chiedo io visto che questo Pd non glielo chiederà mai. Il mio è un ultimatum al presidente e al Partito democratico: entro il 19 luglio Crocetta deve consegnare le sue dimissioni e già oggi il Pd deve uscire dalla giunta”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della commissione Antimafia regionale, Fabrizio Ferrandelli, del Pd, che in conferenza stampa all’Ars ha lanciato il progetto dei “coraggiosi” (www.icoraggiosi.org). “Nel mio intervento in direzione -ha aggiunto- ho parlato dell’inadeguatezza e dell’incapacità  politica e progettuale di questo governo. Ho detto che non si poteva fare in tre mesi ciò che non si è fatto in tre anni. Ho chiesto di staccare la spina e mi hanno isolato. Quella direzione ha scelto di non decidere e, qualche giorno dopo, con l’ingresso del capogruppo Gucciardi in giunta, il Pd ha inaugurato il ‘patto del salvagente’ che vorrebbe portare questo Titanic fino a fine legislatura. Anzi, è molto probabile che a qualcuno venga la strampalata idea di una riforma che preveda di prorogare questa legislatura sono al 2020. Io non ci sto -ha proseguito- e non ci sto ancor di più oggi, dopo aver letto parole vergognose nei confronti di Lucia Borsellino, alla quale va la mia vera e convinta solidarietà . Anzi, io vado oltre: se Crocetta e il Pd ancora una volta faranno finta di non capire, valuterò insieme ai tanti coraggiosi che stanno chiamando da tutta la Sicilia il da farsi senza tentennamenti: perche’ i coraggiosi non svendono la loro dignità per 6 mila euro al mese”.

SHARE